Liceo Lanza - FOGGIA 08:59:34
 






   
UFFICIO DI PRESIDENZA
AREA SEGRETERIA / A.T.A.
AREA DOCENTI
PIANO OFFERTA FORMATIVA
INCONTRI ED EVENTI
AREA ALUNNI
OO.CC.
GALLERIA FOTOGRAFICA
 

ARCHIVIO STORICO
   
www.lanza-perugini.gov.it


VETRINA DELLE ECCELLENZE E DELLE BUONE PRATICHE
   
10 Campioni nazionali del Liceo classico 'Lanza' alla XXVI Olimpiade Gioiamathesis 2016


aggiornamento del curricolo di Filosofia e di Storia
Pagina stampabile

                                                                                          CURRICOLO DI STORIA

Le evoluzioni che hanno subìto i manuali di storia, negli ultimi anni, sono rappresentate da uno snellimento dei contenuti e un aumento delle pagine dedicate alla lettura. In sostanza lo studio della storia è impostato su criteri cronologici, dando rilievo agli aspetti geopolitici; tutto ciò porta ad uno studio nozionistico da parte degli allievi e , per gli insegnanti alla decisione di soffermarsi su alcuni momenti fondamentali, operando dei tagli, per non appesantire il programma.

Inoltre si sono aggiunti dei capitoli che condensano le vicende del mondo extraeuropeo, per poter dire agli alunni che anche altri stati hanno avuto una storia.

L'introduzione del secolo XX nella sua totalità per l'ultimo anno del liceo, ha prodotto un proliferare di aggiornamenti, non tenendo presente che la storia si articola attraverso lo studio delle fonti documentarie (in molti casi esse sono ancora coperte dal segreto di stato) e non attraverso le modalità giornalistiche.

Il docente se non vuole porsi  nell'ambito di un discorso nozionistico è costretto a tagliare il programma e selezionare una serie di tematiche, che devono essere integrate da nuovi supporti didattici ; oltre ai già noti materiali del corso di storia, dei dizionari di storia e storiografia necessitano gli apparati audiovisivi, la lavagna luminosa, il laboratorio di storia,internet, ipertesti, esame di fonti e della memoria.

Nasce per noi docenti la necessità di impostare una parte del lavoro didattico nella forma di ricerca storica.

I tempi e le modalità della scelta didattica sono lasciati alla discrezione del docente.

Ciò che si ritiene invece importante è che tale tipo di didattica dovrebbe poi tradursi in un lavoro collettivo della classe.

Tale attività può essere vista anche come trasmettibile di classe in classe ed inoltre , la ricerca storica, si presta alla costruzione di rapporti interdisciplinari e all'apertura con referenti esterni, contribuendo così ad un processo dinamico della vita scolastica.

Una possibile organizzazione del lavoro nell'arco dei tre anni :

I ANNO

CONTENUTI

  •  La fine del medioevo
  •  Umanesimo e Rinascimento
  •  Le scoperte geografiche
  •  Riforma e controriforma
  •  Il nuovo assetto politico dell'Europa
  • Riferimenti alle realtà extraeuropee                                                                                                                                                      

II ANNO

  • Illuminismo e la rivoluzione industriale
  • La rivoluzione francese e l'epopea napoleonica
  • L'Europa della restaurazione fino al 1948
  • La II rivoluzione industriale
  • Dal colonialismo all'Imperialismo
  • Nuovi assetti europei nel secondo Ottocento
  • La nella Epoque
  • Riferimenti alle realtà extraeuropee
III ANNO
  • La Prima guerra mondiale

  • La rivoluzione russa

  • Dal biennio rosso alla crisi del 1929

  • I totalitarismi

  • La seconda guerra mondiale
  • La Guerra  Fredda
  • I mutamenti sociali fra gli anni sessanta e settanta
  • Il crollo del comunismo
  • Assetti e strategie politiche alla fine del XX secolo
  • La globalizzazione
  • Riferimenti alle realtà non occidentali

per informazioni su una nuova didattica della storia visitare il sito www.storiaefuturo.com

                                                            CURRICOLO DI FILOSOFIA

Si ritiene che il compito della filosofia sia quello di ridisegnare criticamente le variazioni delle mappe di senso, di riorientare gli individui rispetto ai continui mutamenti di assetto delle idee e dei valori, , ciò perchè l'insegnamento della filosofia va considerato come palestra in cui il docente e studenti hanno la possibilità di attingere a un patrimonio di idee che consente di motivare razionalmente le proprie opinioni.

Attraverso la filosofia si apprendono non solo i contenuti specifici di questo campo del sapere, ma anche le competenze e le capacità che, attraverso tali contenuti, l'insegnamento permette di acquisire e che rimarranno abiti mentali, anche quando i contenuti, con il tempo, daranno sbiaditi.

Il corso di filosofia, deve proporsi di realizzare negli allievi delle competenze che, però, non sono esaustive di tutte le possibili abilità su cui lavora la ricerca e l'elaborazione del pensiero filosofico.

Le competenze minime potrebbero essere raggruppate in sei livelli :

  1. conoscenza dei termini e dei concetti filosofici
  2. comprensione e analisi del pensiero filosofico
  3. sviluppi delle capacità di argomentazione
  4. analisi del testo filosofico
  5. interpretazione
  6. pensiero divergente

Possibili contenuti

I ANNO

  • La nascita del Logos
  • I grandi sistemi : Platone e Aristotele
  • Società, politica e etica (modulo trasversale)
II ANNO
  • La nascita della  modernità
  • Filosofia e scienza
  • Razionalismo e empirismo
  • La nascita del concetto di stato moderno (modulo trasversale)
  • Lumi e riforme
  • Kant e il criticismo
  • Le filosofie della storia
III ANNO
  • Romanticismo e idealismo
  • Filosofia, scienze naturali e antropologia
  • Ragione e rivoluzione( Marx)
  • Fede e secolarizzazione (Kierkegaard)
  • Critica della razionalità (Schopenhauer, Nietzsche)
  • Il pensiero psicoanalitico ( Freud)
  • Neopositivismo e dibattito epistemologico
  • La riflessione etico- politica nel secondo novecento
per informazioni  in merito alla evoluzione della didattica si segnalano i seguenti siti:

www.atelierfilosofico.info

www.platon.it

www.lacittadeifilosofi.net

www.ephilosophi.it

 


� File allegati
nome: aggiornamento di filosofia e storia
Tutti i diritti sono riservati a Liceo Classico Statale VINCENZO LANZA.